Mizar


Veicoli e natanti

Veicoli e natanti

I veicoli interessati dall'obbligo di legge in Italia sono circa 60 milioni di cui oltre 40 milioni di autovetture, oltre 4 milioni di automezzi (autobus, autocarri, motrici e trattori) nonché circa 6 milioni di motoveicoli. Le imprese autorizzate ad esercitare il Ramo Auto sono circa 70 ed operano in regime di libera concorrenza dalla data del 1° Luglio 1994. I premi raccolti nel 2006 sono ammontati a circa 18.415 milioni di Euro. Tutte le imprese di assicurazione autorizzate  all'esercizio della responsabilità civile auto sono sottoposte a severi controlli da parte del Ministero dell'Industria del Commercio e dell'Artigianato, ora Ministero dello sviluppo economico, nonché da parte dell'Ivass (Istituto di vigilanza per le assicurazioni - già Isvap) appositamente istituito.

I sinistri denunciati nel 2006  indipendentemente dall'anno di accadimento, sono stati 4.075.275 (+0,8% rispetto al 2005), registrando così un'inversione rispetto alla tendenza alla riduzione rilevata nei precedenti esercizi.

I sinistri accaduti nel 2006 sono stati pagati ad un costo medio pari a 2.198 euro (+2% rispetto ai sinistri 2005) e riservati  mediamente a 7.661 euro (+1,7% rispetto ai sinistri 2005).

Il costo medio complessivo (pagato e riservato) dei sinistri avvenuti nel 2006 è stato pari a 4.100 euro (+1,3% rispetto al 2005).

Il rapporto tra i sinistri dell'esercizio (pagati e riservati) ed i premi di competenza nel 2006 è stato pari all'81,4%, in sostanziale stabilità rispetto al 2005 (81,5%) ed in crescita rispetto al 2003 ed al 2004, quando si era attestato rispettivamente all'80,5% ed all'80,9%.

Il rapporto tra l'onere complessivo dei sinistri e i premi di competenza, dopo alcuni anni in continua riduzione (dal 91,5% nel 2001 al 78,8% nel 2005), registra un incremento e raggiunge il 79,5%. Il rapporto tra la riserva sinistri complessiva ed i premi contabilizzati è risultato pari al 151,1%, valore sostanzialmente stabile nel periodo.